{“main-title”:{“component”:”hc_title”,”id”:”main-title”,”subtitle”:”Strategie e metodi per preparare il proprio futuro.”,”title_content”:{“component”:”hc_title_base”,”id”:”title-base”,”image”:””,”breadcrumbs”:true,”white”:true},”title”:”PENSIONI NEWS: Quale sarà il tuo GAP pensionistico?”},”section_5ZtkF”:{“component”:”hc_section”,”id”:”section_5ZtkF”,”section_width”:””,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”vertical_row”:””,”box_middle”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”section_content”:[{“component”:”hc_column”,”id”:”column_4om10″,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_pt_post_informations”,”id”:”3oz4d”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”post_type_slug”:””,”position”:”left”,”date”:true,”categories”:true,”author”:false,”share”:true},{“component”:”hc_space”,”id”:”5ZtkF”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”s”,”height”:””},{“component”:”hc_image”,”id”:”NNKmB”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/fantozzi_e_filini_per_pensione.jpg|500|850|3807″,”alt”:””,”thumb_size”:”large”},{“component”:”hc_space”,”id”:”g1dUv”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”m”,”height”:””},{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”Tl8L9″,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”

In Italia, le riforme del sistema previdenziale attuate nel 2007, hanno introdotto il trasferimento automatico del TFR nel fondo pensione oltre a incrementare l’appetibilità delle pensioni a contributo volontario con maggiori incentivi, come ad esempio il contributo dei datori di lavoro per gli aderenti ai fondi pensione di categoria.

\n

Questa misura DOVREBBE contribuire a ridurre il Gap pensionistico che colpirà soprattutto le nuove generazioni considerato che, entro il 2047, il tasso di sostituzione, che rappresenta il rapporto fra l’ultima retribuzione perepita e la pensione retrocessa dall’INPS, si stima attorno al 44%. Facciamo un esempio pratico: se il mio ultimo stipendio sarà di 1.000,00 € la mia pensione sarà di circa 440,00 € e sarò costretto a colmare un GAP pensionistico di 560,00 € se voglio mantenere lo stesso tenore di vita una volta terminato l’impiego.

\n

Con lo scopo di sensibilizzare gli italiani sul tema pensionistico, nel corso del secondo trimetre 2016 sono state inviate le famose Buste Arancioni dall’ INPS contenenti una stima dell’età del pensionamento e della futura pensione. Oltre a ciò online è stato messo a disposizione sempre dall’Istituto Nazionale Della Previdenza Sociale uno strumento col quale chiunque possa avere la possibilità di calcolare il proprio Gap pensionistico e verificare la propria posizione contributiva.

\n

E’ auspicabile che TUTTI maturino il prima possibile le consapevolezza di dover integrare i propri contributi pensionistici con altre forme di risparmio. Per ulteriori approfondimenti consulta la sezione \”PENSIAMO AL FUTURO\” dove potrai farti un’idea di come siamo e la direzione nella quale stiamo andando. (vedi anche COME RISOLVERE QUESTA SITUAZIONE?)

\n

Vuoi sapere quanto sarà il tuo GAP pensionistico e capire se quello che stai accantonando è abbastanza per collimare questa differenza? Compila il Form nella sezione Contatti e sarò lieto di poter fare un’analisi completa del tuo Gap pensionistico.

“}]},{“component”:”hc_column”,”id”:”column_bN5Ck”,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”iX3PX”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”[contact-form-7 id=\”3754\” title=\”Form articolo\”]”}]}],”section_settings”:””},”scripts”:{},”css”:{},”css_page”:”#comments hr:not(.space) { display: none; }”,”template_setting”:{“settings”:{“id”:”settings”}},”template_setting_top”:{},”page_setting”:{“settings”:[“lock-mode-off”]},”post_type_setting”:{“settings”:{“image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/fantozzi_e_filini_per_pensione.jpg|500|850|3807″,”excerpt”:”In Italia, le riforme del sistema previdenziale attuate nel 2007, hanno introdotto il trasferimento automatico del TFR nel fondo pensione…”,”extra_1″:””,”extra_2″:””,”icon”:{“icon”:””,”icon_style”:””,”icon_image”:””}}}}

Vuoi capire il mondo del risparmio e degli investimenti?

Iscriviti alla mia newsletter. Riceverai subito 8 videolezioni (una a settimana) in cui ti spiegherò meccanisci e consigli su come affrontare, e migliorare, la gestione del tuo patrimonio.

Tranquillo, niente spam. Infastidisce anche me!

Iscrivendoti dichiari di accettare le condizioni della privacy policy.

Bene, la richiesta è andata a buon fine. Controlla la tua email.