{“main-title”:{“component”:”hc_title”,”id”:”main-title”,”subtitle”:”(Baldanza Cognitiva)”,”title_content”:{“component”:”hc_title_base”,”id”:”title-base”,”image”:””,”breadcrumbs”:true,”white”:true},”title”:”TRAPPOLE MENTALI: OVERCONFIDENCE”},”section_5ZtkF”:{“component”:”hc_section”,”id”:”section_5ZtkF”,”section_width”:””,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”vertical_row”:””,”box_middle”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”section_content”:[{“component”:”hc_column”,”id”:”column_4om10″,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_pt_post_informations”,”id”:”TCxii”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”post_type_slug”:””,”position”:”left”,”date”:true,”categories”:true,”author”:false,”share”:true},{“component”:”hc_space”,”id”:”5ZtkF”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”s”,”height”:””},{“component”:”hc_image”,”id”:”NNKmB”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/OVERCONFIDENCE.png|315|560|3660″,”alt”:””,”thumb_size”:”large”},{“component”:”hc_space”,”id”:”g1dUv”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”m”,”height”:””},{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”Tl8L9″,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”L’overconfidence, che in italiano potremmo tradurre in eccessiva fiducia in se stessi, è quella particolare trappola mentale che implica la tendenza a sovrastimare le nostre capacità, ci fidiamo dell’intuito anche quando non dovremmo.\n\nEcco un esempio di overconfidence: molto più del 50% delle persone ritiene di svolgere il proprio lavoro meglio della maggioranza dei colleghi.\n\nMa quindi…dove sta la media? È chiaro che c’è qualcosa che non quadra…in effetti le valutazioni eseguite sulle mansioni che compiamo quotidianamente, come il lavoro oppure guidare l’autovettura, deviano dalla realtà e per via dell’eccessiva fiducia in se stessi (overconfidence) sono poco oggettive.\n\nVa specificato che, questa particolare trappola mentale, ci rende più sicuri, aumenta l’autostima e dall’altro lato riduce in maniera inversamente proporzionale la considerazione che abbiamo nei confronti dell’incertezza.\n

OVERONFIDENCE E GESTIONE DEI RISPARMI:

\nAl contrario di quanto appena scritto, l’overconfidence se eccessiva può divenire una trappola micidiale quando gestiamo i nostri risparmi.\n\nQuesto errore cognitivo, è spesso incomprensibile per la maggior parte dei risparmiatori. Infatti essi tendono a giudicare quello che è l’andamento dei loro risparmi come se non ci fosse nulla di diverso al mondo.\n\nLa massima dimostrazione di questo effetto si rivela soprattutto in condizioni di mercato euforiche. Quando i mercati avanzano bene, molto bene e per molto tempo, è solito che i risparmiatori, sicuri delle proprie decisioni e sostenuti da investimenti passati molto positivi, in massa entrino nel mercato, questo processo innesca automaticamente la creazione della cosiddetta Bolla, come ad esempio quella del 2001/2002 (NEW ECONOMY & DOT.COM).\n\nCHE COSA ACCADDE NELLA CRISI DELLA NEW ECONOMY E DOT.COM?\n\nI risparmiatori spinti proprio dall’euforia entrarono nel mercato dei servizi Internet (titoli quotati nella maggior parte nel Nasdaq).\n\nTutto ebbe inizio circa nel 1994 e la società pioniera di questo movimento fu la NETSCAPE che generò il primo browser ad uso commerciale per Internet. Successivamente aumentarono in maniera più che esponenziale le quotazioni di nuove start-up legate all’innovazione tecnologica e ai servizi internet. Al tempo stesso i risparmiatori e le grandi/medie aziende puntarono i loro investimenti nel campo della Information Technology. Lo scoppio della bolla speculativa avvenne nel marzo del 2000 dove il Nasdaq iniziò una rapida discesa dai suoi 5.132 punti fino ai minimi toccati nel 2002 di 1.142 punti. (si veda anche: INVESTIRE IN EMOZIONI: EUFORIA, PAURA e … RIMPIANTO). \n\n \n

OVERCONFIDENCE = BALDANZA COGNITIVA

\nSi ha quindi Overconfidence o ancor meglio Baldanza cognitiva quando si stima un determinato fatto sottovalutando la complessità e l’incertezza del relativo scenario.\n

COME SUPERARE QUESTA TRAPPOLA?

\nRivolgersi ad un esperto può certamente aiutare. Difatti il confronto con un professionista del settore può servire a mettere in luce gli aspetti di incertezza che sono annessi ad una determinata decisione e poco considerati dal risparmiatore, oppure smorzando le motivazioni che portano il risparmiatore a tale investimento.\n\nAltra cosa importane da tenere in considerazione è che la consulenza di un professionista è complementare alle conoscenze finanziarie del singolo risparmiatore e che sussistono sempre dei rischi connessi all’investimento. Il consulente non è colui che decide per te ma colui che decide con te.\n

Come dice Warren Buffett “Investire è semplice, ma non è facile”

\nFB“}]},{“component”:”hc_column”,”id”:”column_bN5Ck”,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”iX3PX”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”[contact-form-7 id=\”3754\” title=\”Form articolo\”]”}]}],”section_settings”:””},”scripts”:{},”css”:{},”css_page”:”#comments hr:not(.space) { display: none; }”,”template_setting”:{“settings”:{“id”:”settings”}},”template_setting_top”:{},”page_setting”:{“settings”:[“lock-mode-off”]},”post_type_setting”:{“settings”:{“image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/OVERCONFIDENCE.png|315|560|3660″,”excerpt”:”L’overconfidence implica la tendenza a sovrastimare le nostre capacità, ci fidiamo dell’intuito anche quando non dovremmo.”,”extra_1″:””,”extra_2″:””,”icon”:{“icon”:””,”icon_style”:””,”icon_image”:””}}}}

Vuoi capire il mondo del risparmio e degli investimenti?

Iscriviti alla mia newsletter. Riceverai subito 8 videolezioni (una a settimana) in cui ti spiegherò meccanisci e consigli su come affrontare, e migliorare, la gestione del tuo patrimonio.

Tranquillo, niente spam. Infastidisce anche me!

Iscrivendoti dichiari di accettare le condizioni della privacy policy.

Bene, la richiesta è andata a buon fine. Controlla la tua email.