{“main-title”:{“component”:”hc_title”,”id”:”main-title”,”subtitle”:”Siamo costantemente bombardati da pubblicità che ci spingono ad acquisti di prodotti il più delle volte superflui.”,”title_content”:{“component”:”hc_title_base”,”id”:”title-base”,”image”:””,”breadcrumbs”:true,”white”:true},”title”:”PER UN NATALE FRUGALE #THINK4XMAS”},”section_5ZtkF”:{“component”:”hc_section”,”id”:”section_5ZtkF”,”section_width”:””,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”vertical_row”:””,”box_middle”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”section_content”:[{“component”:”hc_column”,”id”:”column_4om10″,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_pt_post_informations”,”id”:”7Z0U0″,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”post_type_slug”:””,”position”:”left”,”date”:true,”categories”:true,”author”:false,”share”:true},{“component”:”hc_space”,”id”:”5ZtkF”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”s”,”height”:””},{“component”:”hc_image”,”id”:”NNKmB”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/christmas-2877124_1920-1024×683.jpg|1280|1920|3671″,”alt”:””,”thumb_size”:”large”},{“component”:”hc_space”,”id”:”g1dUv”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”size”:”m”,”height”:””},{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”Tl8L9″,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”

In questa settimana mi sono reso conto che il concetto di Frugalità è molto difficile da spiegare e da trasmettere, tant’è che risulta ormai quasi sconosciuto alla maggior parte degli individui.

\n

Come già scritto la scorsa settimana, la società odierna non aiuta certo a condurre uno stile di vita frugale. Siamo costantemente bombardati da pubblicità che, adottando le migliori strategie di psicologia applicate al marketing, ci spingono ad acquisti di prodotti il più delle volte superflui.

\n

Tanto per capirci in questo periodo dell’anno i canali tematici per bambini, faccio questo esempio perché mi tocca da vicino e lo vivo nel quotidiano, fanno una vera e propria strage…durano maggiormente le pubblicità dei vari giocattoli rispetto a quanto effettivamente durano i singoli programmi! Le pubblicità sono talmente ripetitive che i bambini sanno a memoria i jingle. Bastano le prime note per far loro riconoscere il gioco che viene pubblicizzato e se è stato inserito o meno all’interno della letterina di Santa Lucia/Babbo Natale.

\n

Capisco che è davvero molto difficile essere frugali ma una volta vinto questo scoglio, la prima domanda da farsi per definire il concetto di frugalità considerato ormai arcaico e desueto è:

\n

Cosa significa frugalità?

\n

La definizione sul dizionario è la seguente:

\n\n

\n

frugale agg. [dal lat. frugalis, der. di frugi «sobrio»]. – 1. Parco, sobrio, detto di persona moderata e semplice nel mangiare e nel bere, e del vitto stesso: un uomo f.; una fcolazioneSia frugal del ricco il pasto (Manzoni); estens., abitudini f.; vita frugale2. Per estens., in agraria, di pianta che non ha bisogno di molte cure e soprattutto di concimazioni copiose; contrapp. a esigente. ◆ Avv. frugalménte, con frugalità, sobriamente: viveremangiare frugalmente.

\n

\n

Questa definizione ovviamente non basta a spiegare questo concetto. La vita frugale non è essere solo moderati o avere abitudini sobrie…è qualcosa di più.

\n

Iniziamo con il precisare che la frugalità non è la povertà in quanto, l’essere frugali, deve essere una scelta e non una costrizione!

\n

Non è neppure l’avarizia perché, come la povertà, non è una vera e propria scelta.

\n

Alla povertà siamo costretti da circostanze esterne mentre l’avarizia è dovuta dalle nostre ossessioni mentali.

\n

Pensa, giusto per restare in tema natalizio, a Ebenezer Scrooge il personaggio principale del racconto “Canto di Natale” di Charles Dickens, dal quale sono stati tratti decine e decine di film, cortometraggi, fumetti, ecc… Ebenezer è tirchio, avaro, con un cuore di ghiaccio e se conosci il personaggio ricorderai certamente anche le sue ossessioni mentali. Per sua fortuna, Scrooge, alla fine della storia avrà un cambiamento di carattere veramente importante…

\n\n

\n

\"Charles

\n

Charles Dickens è stato uno scrittore, giornalista e reporter di viaggio britannico. Firma di Charles Dickens Noto tanto per le sue prove umoristiche (Il circolo Pickwick) quanto per i suoi romanzi sociali (Oliver Twist, David Copperfield, Tempi difficili, Canto di Natale), è considerato uno dei più importanti romanzieri di tutti i tempi, nonché uno dei più popolari.

\n

\n

Adesso che è chiaro che la frugalità non è un modo di vivere imposto, possiamo affermare che l’essere frugali è una scelta di stile e di buon gusto.

\n

Al contempo la frugalità ha dei concetti imparentati con il risparmio anche se, ritengo corretto sottolineare che l’essere frugali non è nemmeno una scelta di risparmio.

\n

Ciò che avvicina questi due concetti è il “non consumo opulento” ed il rifiuto del superfluo.

\n

Il risparmio ci rende meno vulnerabili e quindi maggiormente robusti, perché la robustezza che ci creiamo mediante il risparmio ci permette di affrontare avversità future prevedibili (tipo il bisogno di una pensione complementare…) ed anche le calamità non prevedibili (come ad esempio delle cure sanitarie specifiche…) lasciandoci un margine di manovra nelle scelte di vita. Un po’ come se fosse il nostro personale paracadute in caso di emergenza.

\n

Per ricollegarmi a quanto detto settimana scorsa, essere frugali significa anche creare risparmio per affrontare serenamente il futuro incerto.

\n

Concludendo possiamo affermare che: Il risparmio è l’effetto collaterale della frugalità.

\n

Ci aggiorniamo con la prossima \”riflessione per il Natale\” #THINK4XMAS

\n

FB

\n “}]},{“component”:”hc_column”,”id”:”column_bN5Ck”,”column_width”:”col-md-12″,”animation”:””,”animation_time”:””,”timeline_animation”:””,”timeline_delay”:””,”timeline_order”:””,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”main_content”:[{“component”:”hc_wp_editor”,”id”:”iX3PX”,”css_classes”:””,”custom_css_classes”:””,”custom_css_styles”:””,”editor_content”:”[contact-form-7 id=\”3754\” title=\”Form articolo\”]”}]}],”section_settings”:””},”scripts”:{},”css”:{},”css_page”:”#comments hr:not(.space) { display: none; }”,”template_setting”:{“settings”:{“id”:”settings”}},”template_setting_top”:{},”page_setting”:{“settings”:[“lock-mode-off”]},”post_type_setting”:{“settings”:{“image”:”https://www.fabiobuoncompagni.it/wp-content/uploads/2018/10/christmas-2877124_1920-1024×683.jpg|1280|1920|3671″,”excerpt”:”Siamo costantemente bombardati da pubblicità che, adottando le migliori strategie di psicologia applicate al marketing, ci spingono ad acquisti di prodotti il più delle volte superflui.”,”extra_1″:””,”extra_2″:””,”icon”:{“icon”:””,”icon_style”:””,”icon_image”:””}}}}

Vuoi capire il mondo del risparmio e degli investimenti?

Iscriviti alla mia newsletter. Riceverai subito 8 videolezioni (una a settimana) in cui ti spiegherò meccanisci e consigli su come affrontare, e migliorare, la gestione del tuo patrimonio.

Tranquillo, niente spam. Infastidisce anche me!

Iscrivendoti dichiari di accettare le condizioni della privacy policy.

Bene, la richiesta è andata a buon fine. Controlla la tua email.