Pensiamo al futuro

L'ITALIA

 

ART. 47 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA ENUNCIA: "LA REPUBBLICA INCORAGGIA E TUTELA IL RISPARMIO IN TUTTE LE SUE FORME"

Questo articolo, che fa parte della sezione "Diritti e Doveri dei cittadini", è stato scritto nel 1947 ed entrato in vigore come tutta la nostra costituzione il primo gennaio del 1948.

Nella situazione finanziaria attuale, in Italia, le cose sono cambiate rispetto quando è stata scritta la costituzione.

Ecco alcune principali differenze:


Com’eraCom’è
SanitàFiore all’occhiello della società italiana. Veloce ed efficiente.Soggetta a continui tagli. Per urgenze è necessario procedere presso cliniche private.
IstruzioneStudio, disciplina e senso del rispetto.Altro settore soggetto a continui tagli. È difficile trasmettere valori senza la stabilità del sistema scolastico.
PrevidenzaPensioni d’oro e garantite dallo Stato Sovrano.Lo Stato ci sta comunicando tramite la busta arancione che non riesce più a sostenere il sistema pensionistico.
RisparmiOltre ad essere garantiti dalla costituzione avevano grandi rendimenti dati soprattutto dai Titoli di Stato (BOT/BTP/CCT/…)Attualmente i rendimenti dei Titoli di Stato Italiani sono in alcuni casi anche negativi.